domenica 5 luglio 2009

CANAAN - Episodio 1

L'episodio in pillole: durante un festival in quel di Shangai, il fotoreporter Minoru e la sua assistente Maria vengono coinvolti in un conflitto a fuoco e si salvano per miracolo grazie all'intervento di CANAAN, amica della ragazza e killer di professione apparentemente in lotta con l'organizzazione Hebi;

Highlights: tripudio grafico e di azione; Liang Qi nuda e tsundere ^^;

Giudizio: 9/10

E giù con un altro titolone! Alla faccia del giorno che pensai "beh, quest'estate avrò poco lavoro": me la sono proprio voluta andare a cercare ^^''. Così come "Bakemonogatari" di cui vi ho appena parlato, anche questo titolo è uno spettacolo audiovisivo nonostante non abbia ambizioni di originalità come quelle del titolo SHAFT: ottima qualità di disegni ed animazioni uniti ad un'ottima sequenza narrativa e di azione tutta d'un fiato lo rendono il titolo perfetto per godersi una sana dose di sparatorie, belle ragazze e misteri legati a corporazioni dalla dubbia moralità e poteri paranormali. Qualcuno l'ha accostato a "Phantom" e devo dire che il paragone può anche reggere ma non bisogna dimenticare le peculiarità più squisitamente psicologiche del titolo Bee- Train rispetto all'ultimo sforzo di P.A Works che sembra voler puntare tutto sull'azione, lasciando a trama e personaggi il tempo di emergere con calma: nonostante i soli 13 episodi mi sembra si possa fare. Proprio sulla trama vorrei spendere ancora due parole, dato che sempre a differenza del titolo SHAFT sopra citato le differenze sono abissali e qui avrà sicuramente un ruolo più dominante: succedono tantissime cose in questa puntata e vengono presentati praticamente tutti i personaggi che erano apparsi nel trailer e nelle varie promo art, in particolare c'è già una discreta dose di dettagli su "Hebi" (giapponese per "serpente"), l'organizzazione dei bad guys nella quale lavora Alphard, la prosperosa mora che affianca CANAAN nella sigla e che sembra essere l'antagonista principale. Non solo proiettili per entrambe, dato che gli aspetti legati a vari poteri ESP o roba simile sono già particolarmente evidenti con le abilità di CANAAN di rilevare i suoi inseguitori con millimetrica precisione e la tranquillità di Alphard che sembra sapere esattamente cosa stia per succedere nel finale, quando il mezzo militare su cui viaggia finisce sotto attacco.

C'è un grandissimo festival che sta avendo luogo nella bellissima città di Shangai e che sta coinvolgendo gran parte della popolazione... non tutti però, poiché un uomo sta fuggendo da alcuni inseguitori ma finisce a terra in una pozza di sangue freddato da un proiettile nella schiena. Fra le vie della città animate da musiche, canti, balli e bancarelle si aggirano 3 uomini con indosso la testa di un orsacchiotto apparentemente in cerca (o in fuga) da qualcosa che però non vengono minimamente notati dalla folla, totalmente assorbita dalla festa e che non si cura di loro nemmeno quando uno di questi impazzisce gettandosi nel fiume (e annegando) dopo che gli è stata tolta la maschera: mentre gli altri due compagni se la danno a gambe levate, due giornalisti freelance, Minorikawa Minoru e Maria Osawa (badate bene, non è Maria Ozawa quindi frenate gli ormoni ^^) atterrano all'aeroporto della città per fare un reportage dell'evento ma finiscono per rincorrere un vecchietto visto al TG sull'aereo e che sembra essere anche lui fra la folla, in fuga da qualcuno: Minoru non dice nulla all'assistente e la ragazza si trova improvvisamente sola in mezzo alla gente trovandosi "costretta" a divertirsi e scattare tantissime foto fino a sera, quando finisce suo malgrado per assistere alla morte di un altro dei ragazzi con la testa di orsacchiotto. Praticamente in mano a due killer che vogliono metterla a tacere, la ragazza viene salvata dall'amica CANAAN che non vedeva da tempo e sperava di incontrare in città.

In fuga per la città, le ragazze si infilano in un vicoletto secondario e raggiungono un angolo totalmente oscuro dove si nascondono in attesa che gli inseguitori le oltrepassino. CANAAN vorrebbe che l'amica Maria rimanesse nell'ombra ad aspettarla ma lo spirito giornalistico della ragazza non le permette di farle questo favore e la giovane assassina è costretta ad immobilizzarla legandole i pollici dietro la schiena: lanciandosi sui tetti del quartiere per capire dove si nascondano i nemici, CANAAN diventa facile bersaglio per le armi degli uomini di "Hebi" e deve raggiungere il tetto di una pagoda per trovare un riparo sicuro dal quale riesce ad eliminare solo un paio di cecchini: mentre la folla continua a non accorgersi di nulla, persa fra i draghi di cartone e i fuochi d'artificio riflessi sull'acqua, CANAAN utilizza un potere particolare che le permette di individuare esattamente ogni nemico ed eliminarlo con salti impensabili e precisione di fuoco chirurgica. Mentre la ragazza elimina gli aggressori, un convoglio militare sul quale viaggia anche Alphard (leader di "Hebi") viene improvvisamente attaccato.

Una variante sul tema di "Phantom", ecco come mi sento di descrivere questa prima puntata di "CANAAN". Manca l'approfondimento psicologico ma viene ampiamente compensato dal lato tecnico meglio realizzato e da un desiderio di proporre qualcosa di meno "profondo" rispetto al titolo Bee-Train: dei due l'uno, ma anche entrambi dato che non si fanno concorrenza ^^. Mi è piaciuto, e con questo chiudo, il tocco di realismo concesso ad alcune scene sull'onda della prima lunga sequenza di "Eden" a Washington che sembra aver inaugurato il filone del realismo linguistico: il mercante di Shangai che parla giustamente in cantonese con Maria... la quale non capisce un tubo ma ringrazia per l'interessamento. Era finalmente ora che si capisse quanto fosse ridicolo che TUTTI parlassero perfettamente giapponese in ogni parte del mondo... Ultimissima nota poi chiudo veramente (:P), applausi per la Sakamoto su Alphard!

1 commento:

Skydragon ha detto...

Il potere di Canaan credo sia quella roba di cui si parla nella sede dell'hebi mentre la tipa fa un bagno. Qualcosa legato alla piena attivazione di tutti i sensi, o al vedere usando gli altri sensi, se non ricordo male ;)