giovedì 12 marzo 2009

RIDE BACK - Episodio 9

L'episodio in pillole: dopo lo scontro coi terroristi del BMA, il GGP impone il coprifuoco su tutto il territorio giapponese ed il sequestro di tutti i RIDE BACK dei cittadini come misure antiterrorismo. Inutile dire che la reazione popolare non è delle migliori;

Highlights: ma... ma... Tamayo e Okakura?!? Se le cerca giovani, il nostro Goblin... ^^

Giudizio: 9/10

Dopo lo scontro senza quartiere alla villa fra GGP e BMA, stavolta ci troviamo di fronte ad una puntata di assestamento, utile a spiegare meglio alcune relazioni fra i personaggi e preparare il terreno per la parte finale della serie, arrivata già a -3 dalla fine. Le decisioni di Karenback non sono esattamente popolari ed infatti le manifestazioni di protesta dei cittadini verso l'organizzazione militare che ha, di fatto, imposto le misure restrittive saltando la richiesta formale al governo democratico giapponese sono molto aspre: il problema è che l'incompetenza di Karenback lo porterà ad usare la repressione coatta piuttosto che ammorbidire le parti (del resto è un russo, non è che ci si possa aspettare un comportamento logico ^^). Resta da capire che ne sarà di Rin: la aiuterà Okakura? O sarà proprio lui a chiedere all'ex-amico Kiefer di farla espatriare clandestinamente? E Kenji?

Lo scontro militare fra GGP e BMA ha sancito la netta vittoria dei terroristi, col risultato che un infuriato Karenback consapevole di una situazione ormai non più in suo controllo ordina il coprifuoco e la confisca di tutti i RIDE BACK privati presenti sul suolo giapponese. In quelle ore, Rin si sta nascondendo con Tamayo in una delle numerose ville di proprietà della famiglia Kataoka nella speranza di poter presto riabbracciare Shouko, gli amici ed il fratellino Kenji. Al QG del GGP, Karenback continua a perdere il controllo della situazione e vedere di persona le condizioni critiche in cui versa l'amico Gatou (che non è morto nello scorso episodio ma poco ci manca) lo fa imbestialire ancora di più: infuriato praticamente col mondo, il Colonnello indice una conferenza stampa con la quale annuncia le nuove, drastiche misure restrittive che saranno imposte al Paese. La notizia ovviamente fa il giro di tutti i TG ed arriva anche al PC di Haruki, che ne viene a conoscenza mentre sta lavorando in camera sua.

Dopo aver liberato Rin da Kiefer, Okakura l'ha affidata a Tamayo che subito l'ha portata in una delle ville di famiglia dove possano trascorrere un po' di tempo lontane da occhi indiscreti. Mentre Rin riposa in una delle stanze da letto del piano superiore, Tamayo decide di curare la ferita d'arma da fuoco al braccio causatagli dal cecchino del GGP alla villa: dopo avergli strappato la manica per lavorare meglio, la ragazza vede anche le cicatrici di guerra dell'uomo, oltre che la ferita del proiettile che fortunatamente è uscito dal braccio di Okakura. Rin intanto è in dormiveglia, e sta immaginando di attraversare a bordo di un RIDE BACK con Okakura in una foresta in fiamme dopo un pesante bombardamento a tappetto dell'aviazione del GGP: il sogno è talmente realistico che la ragazza, senza accorgersene, cade preda del sonno. Al piano terra, Tamayo ha finito le medicazioni ad Okakura che si prepara per andarsene al più presto, nonostante la ragazza lo rassicuri che nessuno verrà mai a cercarli in un luogo così fuori dal mondo, anche perché pochi conoscono quella casa: dopo averci riflettuto un po', l'uomo decide di andarsene comunque per permettere a Rin di non essere bersaglio del GGP tramite lui. Dopo essersene andato, Tamayo si incazza virtualmente con Okakura per farla sempre preoccupare tanto.

La mattina seguente, mentre Haruki è al garage a sistemare dei circuiti ad un RIDE BACK, viene raggiunto da una chiamata di Tamayo che lo informa che lei e Rin stanno bene e sono al sicuro. Felice di apprendere la notizia, il ragazzo manda un SMS a Shouko informandola della situazione: l'amica di Rin stava guardando delle vecchie foto di scuola di lei e della sua migliore amica quando viene raggiunta dalla notizia e, al settimo cielo, cede alla felicità attraverso un pianto ininterrotto. Rin e Tamayo, nel frattempo, stanno pescando nella piccola piscina della casa della senpai: Rin sembra ancora giù per Kenji e allora Tamayo la rassicura che ha fatto si che l'avvocato di famiglia si occupasse del caso, cosa che riempie di gioia la nostra protagonista, che non sa come poter ringraziare a sufficienza l'amica: dopo averla rassicurata che non è necessario, la ragazza inizia a raccontarle del suo "RB-Z" e di come ne sia entrata in possesso quasi per caso da piccola, quando lo chiese come regalo di compleanno al padre in segno di ripicca perché non era mai a casa e poi invece comparso magicamente nel box di casa ed ora non ne possa più fare a meno. Rin spiega che anche lei si è sentita esattamente così quando salì in sella a "Fuego" la prima volta ma ha poi lentamente compreso di averlo usato come pagliativo per compensare il suo dolore per l'infortunio alla caviglia che ne ha sancito la fine della promettente carriera di ballerina. E ora ha giurato a sé stessa che non guiderà mai più RIDE BACK.

Quella notte, Ryuunosuke riceve una chiamata al cellulare da Megumi, che grazie al suo aiuto è riuscita a raggiungere una non-meglio-specificata cittadina del Midwest americano per poter investigare meglio sul GGP lontana dalla difficile situazione politica giapponese. Il fratello di Tamayo si raccomanda di non strafare e la ragazza lo tranquillizza che andrà tutto bene prima di salutarlo ed agganciare la cornetta del telefono pubblico da cui lo sta chiamando. La chiamata successiva è proprio da parte della sorellina, che sta aspettando assieme ad "RB-Z" la consegna di un pacco molto grande e misterioso: dopo aver mentito sul fatto che Rin non sia a casa con lei, Ryuunosuke le suggerisce di chiamare il loro padre una volta ogni tanto, giusto per farlo contento: senza rispondere né si né no, Tamayo saluta e chiude la conversazione. Dopo aver aperto il retro del furgone, vediamo che l'oggetto misterioso da consegnare è "Fuego".

La mattina seguente Okakura e Kiefer si incontrano in un edificio ancora in costruzione per prendere degli accordi relativi a qualcosa che, purtroppo, non ci è ancora dato sapere. Nel frattempo, Tamayo segue il consiglio del fratello e telefona al padre Nanpuu, che è ancora ricoverato in ospedale per non si sa quale motivo. Dopo averle chiesto come mai non si faccia sentire spesso, Tamayo risponde che non ha intenzione di turbarlo con i suoi problemi, sentendosi rispondere che il dovere di una figlia è tormentare il padre con i propri problemi di modo che gli si possa dare la possibilità di aiutarla a risolverli. Dopo avergli detto che gli vuole davvero bene, Tamayo saluta il padre e chiude la conversazione. Nel frattempo Rin sta girovagando per l'immensa casa in cerca di Tamayo, senza fortuna. Arrivata per caso in garage, con sua grande sorpresa si trova di fronte "Fuego", che non è stato smantellato come invece le aveva detto Okakura. Dopo essere scesa ed averlo toccato con mano un'ultima volta, Rin si toglie l'orologio speciale e lo appoggia sul manubrio del mezzo, dicendogli addio.

In una base del GGP, intanto, Karenbak sta supervisionando lo scarico di alcuni nuovi "gioccatolini" appena richiesti per tenere sotto controllo la situazione: tutto lascia pensare sia una squadra operativa e completa di Shiro Ride ma meglio aspettare per dirlo. Di nuovo all'università, Haruki e Suzuri si stanno preparando per le attività pomeridiane del club quando arriva Satou a bordo di un camioncino, pronto a consegnare un pacco da parte di Tamayo: Haruki e l'amico Douta aprono il regalo scoprendo che la loro senpai gli ha inviato un carico di olio motore, difficilissimo da trovare sul mercato proprio a seguito delle ordinanze restrittive imposte da Karenback e dal GGP assieme ad una scorta di sostanze antiruggine come simbolo dell'affetto che ha per loro e per l'impegno profuso nell'organizzazione e mantenimento del club ad ad alti livelli. Assieme a questa consegne c'è anche una lettera che Haruki legge e scopre che da qualche parte nel pacco dovrebbe anche esserci una scheda di memoria con un regalo per tutti: Souta si ricorda di averla in tasca e la da ad Haruki che dopo averla messa nel palmare apre il file rivelando un video di Rin che saluta tutti dimostrando di star bene e di essere in forma. L'abbraccio e conseguente pianto fra Shouko e Suzuri spiega com'era tesa l'atmosfera per le due amiche di Rin.

Prima sorpresa: Rin che, dopo aver rivisto "Fuego" intero e funzionante rinuncia PER DAVVERO ad usarlo. Nel 99% dei casi lo userà almeno un'ultima volta ancora, nonostante i buoni propositi ma sembrava veramente seria. A meno che si sia resa conto di come la "relazione" fra lei ed il mezzo abbia portato solo guai e FORSE si sia resa conto che è meglio se ne stà alla larga? Naaa, una ragazzina in un anime DEVE fare disastri, altrimenti è un'aliena sbarcata per caso sul pianeta ^^. Seconda sorpresa: la relazione fra Tamayo e Okakura! O meglio, la relazione che SEMBRA esserci fra lei e Okakura. Sarà il fascino dell'unfiorme, sarà l'aura maledetta del veterano di guerra... ma lei è tanto bona e lui veramente brutto! E antipatico! E soprattutto... vecchio! In 3 episodi dubito possa scatenarsi la passione fra i due però c'è da dire che si conoscono da anni e forse il tempo ha fatto si che un'innocente amicizia diventasse qualcosa di più: se lo venisse a sapere Ryuunosuke temo sarebbero guai ^^.

6 commenti:

Michele ha detto...

a proposito di prossimi venturi... stavo guardando or ora su ac qualche trailer di novità e ho trovato molto gradevoli i disegni di cencoroll... tu ne sai qualcosa di più?
(il character mi ricorda quello di "la ragazza che saltava nel tempo", forse... credo...)

Michele ha detto...

ah! ecco... questo mi ispira parecchio... summer wars... mi sa che in nippolandia l'hai beccato...

wheeler ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
wheeler ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
wheeler ha detto...

come è andata la vacanza?

Grande Mu ha detto...

Tutto bene, grazie!